Applicazioni Guide Linux

MX Linux Live USB Persistente

Avviare il Computer da un thumb drive USB (che chiamerò “chiavetta usb” per praticità) è da anni una cosa molto comune per installare una distribuzione Linux e spesso è una funzione che torna molto utile anche per testarla prima di fare l’installazione vera e propria. Talmente comune che oramai la diamo anche per scontata. Per chi ha iniziato ad usare Linux nel secolo scorso nonostante tutto rimane una funzionalità che esercita tutt’ora un fascino un po’ esoterico e misterioso. La prima distro ad avere una funzionalità “Live” è stata la Knoppix, ricodo ancora quando uscì e ne feci una presentazione al Beijing Lug nel 2002. L’idea di avviare Linux e poterlo usare dal CD (nemmeno DVD) senza installarlo sull’Hard Disk fu veramente sbalorditiva. Poi vennero le chiavette USB e i CD si estinsero 🙂 Avviare Linux dalla chiavetta USB abbiamo detto che è comune ma il problema è che in genere possiamo solo usare il sistema senza salvare niente sulla chiavetta, che generalmente viene montata solo in lettura, non possiamo nemmeno installare applicazioni o aggiornare il sistema e una volta spento il computer si perde tutto. Quando ho provato Xtra-PC che di fatto e’ una distribuzione derivata da Ubuntu con la persistenza, cioe’ possiamo salvare files sulla chiavetta, aggiornare il sistema e aggiungere applicazioni, e avviare un altro computer con la stessa chiavetta ritrovando tutto quello che avevamo fatto, mi sono chiesto quanto fosse difficile fare la stessa cosa con un’altra distribuzione Linux. Ho fatto qualche ricerca e ho capito che MX Linux permetteva questo, ho chiesto in un gruppo Facebook su Linux ed un altro utente mi ha gentilmente fornito una Guida passo a passo che voglio condividere con tutti voi.

Questa guida, preparata da Giuseppe Longo Paris, permette, se seguita passo a passo, di creare una chiavetta USB da cui avviare MX Linux e usarla come se stesse su un hard disk normale (della capacità della chiavetta). Si possono salvare i files, installare applicazioni, aggiornare il kernel e le applicazioni e quando si spegne e si riavvia tutto rimane come lo abbiamo lasciato.

Uno dei passaggi chiave e’ quello di creare la chiavetta con l’applicazione Live USB Maker fornita dal team di MX Linux che permette di crearla in modo che sia montabile in scrittura. Per farlo purtroppo bisogna usare un Computer con Linux che possa far girare Live USB Maker, ho provato a fare la stessa cosa con Windows usando diversi tools ma non ci sono riuscito, se qualcuno dovesse sapere come fare me lo faccia sapere scrivendomi o mandandomi una mail tramite i contatti del blog.

Se volete segnalarmi altre distro che permettono di fare la stessa cosa scrivetemelo nei commenti!!

P.S.

Riprendo a scrivere su linuxare.it dopo un po’ di mesi di stop, è stato un periodo difficile, immagino per tutti, so che molti hanno aspettato a lungo la pubblicazione di questa guida, che comunque mi era stata mandata da Paris già a Settembre, ho aspettato a pubblicarla perchè volevo trovare un modo di fare la stessa cosa partendo da Windows e inserirla in un articolo più completo.

About the author

Matteo

4 Comments

  • Grazie Matteo per il tuo impegno. In questi strani tempi, spero tutto bene!
    Proverò senz’altro a creare la chiavetta, devo però prima premunirmi di un PC con sopra Linux per istallare la Live USB Maker, magari nel frattempo chissà che non si trovi il modo da farlo direttamente da Windows. Saluti – Luca

    • Il problema è questo chi può essere interessato ad una soluzione di questo tipo non credo sia in grado di farsi una chiavetta live persistente usando già Linux, il fatto di dover usare una macchina con Linux per farla è un po’ limitante. Certo è che noi utenti Linux potremmo fare chiavette da dare a parenti e amici che hanno bisogno di questa soluzione

  • Puoi creare la chiavetta anche partendo da Windows solo che non hai la persistenza . Poi puoi usarla per creare una seconda chiavetta , stavolta con tutte le funzionalità 😉

    • Grazie Giuseppe!! effettivamente non ci avevo pensato ed e’ la soluzione migliore per pare una chiavetta persistente se si usa windows!!

Rispondi