Linux Mint Debian Edition 4

Oggi e’ stata rilasciata la versione 4 di LMDE, Linux Mint Debian Edition ed e’ disponibile per il download dal sito di Linux Mint. Derivata direttamente da Debian 10 e non da Ubuntu utilizza solo Cinnamon come Desktop Environment. LMDE nasce per verificare la fattibilita’ di poter portare avanti Mint anche se Ubuntu dovesse un giorno cessare di esistere, scenario malaugurato ma meglio comunque tutelarsi, e quindi tutto quello che e’ Mint viene portato sopra Debian facendo finta che Ubuntu non esista nemmeno. Il risultato e’ una bellissima distribuzione solida e stabile come Debian, che offre un piacevolissimo ed usabilissimo Desktop Environment con tutte le comodita’ di cui Mint ci ha abituato.

Per approfondimenti consiglio la lettura delle release note:

https://linuxmint.com/rel_debbie.php

queste le nuove caratteristiche.

This new version of LMDE contains many improvements. Here are some of the main ones:

  • Automated partitioning with support for LVM and full-disk encryption
  • Home directory encryption
  • Support for automated installation of NVIDIA drivers
  • NVMe support
  • SecureBoot support
  • Btrfs subvolumes support
  • Revamped installer
  • Automatic installation of microcode packages
  • Automatic resolution bump for the live session to a minimum of 1024×768 in Virtualbox.
  • Linux Mint 19.3 improvements (HDT, Boot-repair, System reports, language settings, HiDPI and artwork improvements, new boot menus, Celluloid, Gnote, Drawing, Cinnamon 4.4, XApp status icons…etc)
  • APT recommends enabled by default
  • Removed deb-multimedia repository and packages
  • Debian 10 Buster package base with backports repository

L’ho appena installata in VirtualBox e la usero’ un po’ nei prossimi giorni, il primo impatto conferma le impressioni positive che ho avuto in questi mesi con LMDE3. Usando da un paio d’anni la Mint convenzionale derivata da Ubuntu, seppur usando Mate invece che Cinnamon, Linux Mint Debian Edition mi fa sentire subito a casa, con i tools che uso piu’ spesso e la dotazione standard di software a cui sono abituato. Il mio preferito DE e’ Mate ma anche Cinnamon mi piace molto.

La notiva’ interessante, per me, e’ che essendo basata su Debian 10 e non su Debian 9 come LMDE3, adesso finalmente supporta i repositories di KXSTUDIO e quindi puo’ essere attrezzata adeguatamente per applicazioni AUDIO con l’arsenale di Software di KXSTUDIO.

Sembra anche abbastanza leggera in termini di uso delle risorse, a breve la mettero’ a confronto con un’altra distribuzione derivata da Debian attualmente molto diffusa che e’ MXLINUX che sto testando da tempo baremetal su un vecchio Macbook Core 2 Duo del 2009.

Mint e’ L’unica distribuzione disponibile in due versioni con doppia derivazione, questo e’ un fatto molto interessante, meglio derivata da Ubuntu o meglio derivata direttamente da Debian? insomma la cosa si presta a diverse speculazioni e ipotesi.

Consiglio a tutti una prova almeno in Virtual Box!!

Linux Mint Debian Edition 4

Rispondi